LA PREGHIERA Poetry

Luoghi d’altri tempi,
sulla sabbia le ginocchia
che voglion pregare Dio.
E dal mare giunge risposta,
con le sue onde,
fino agli occhi salgono.
Tepore alle mani
violenti pianti
occhi sudati.
Idee, canti e lamenti,
svolazzano.
I più importanti, sulla sabbia
si disegnano.
E le impronte
dal sole baciate,
fossili dell’anima.
Remano pensieri,
sugli scogli, s’incastrano.
Al largo spinto,
riposa il corpo.
L’eco della preghiera
è l’ultima cosa conosciuta.
📖

Elisabeth Gioia Carbone 24 Maggio 2020

Precedente PASSION Poetry Successivo ASSENZE E TEORIE Poetry

2 commenti su “LA PREGHIERA Poetry

I commenti sono chiusi.