POESIA ADDOSSO

La poesia che s’è scritta, dapprima s’è vissuta. È questo che le crea movimento, quello che punge alla gola del suo lettore.

È la vita stessa che si sceglie, di volta in volta, labbra e mani diverse con le quali esprimersi e farsi sempre più bella, ed occhi attenti dai quali essere letta, esattamente come si studia un’amante, penetrando in ogni sua sillaba, assorbendone il sapore.

Per questo è da dirsi che la poesia è respiro magico, nonostante spesso trasudi emozioni instabili, malinconiche ed estreme.

Elisabeth Gioia Carbone

Precedente DIVERTIAMOCI CON L' HAIKU 📖🤗 Successivo CANE NERO di LEVI PINFOLD